Cerca
Close this search box.

7° Bandiera BLU 2018 – 2024

Cerca
Close this search box.
Facebook
Twitter
Email
Telegram
WhatsApp
Tema 2024: Luci alla Rocca

L’apocalisse rossa

di Seniru S., Federico M., Spartaco Z., Ilenia R., Filippo T.
da Trevignano Romano
Scuola Secondaria di I grado I.C. Tommaso Silvestri
Classe 2° D

Buona lettura

L’apocalisse rossa

di Seniru S., Federico M., Spartaco Z., Ilenia R., Filippo T.

Un giorno quattro amici: Zefir, Luna, Federico e Giovanni andarono a fare un pic-nic sulla Rocca Romana, partirono la mattina presto.

Ci misero un po’ a salire e quando arrivarono alla zona pic-nic videro un solco che arrivava fino ai piedi della rocca.

I quattro ragazzi si chiesero cosa fosse, Federico disse che molto molto tempo fa lì c’era un ruscello, gli amici gli chiesero immediatamente come facesse a saperlo. Federico rispose che la nonna glielo aveva raccontato quando era piccolo. Lui disse che quando Trevignano ancora non esisteva, una tribù indigena fondò il paese ai piedi della rocca, ma visto che non c’era molta acqua scavarono sulla rocca e trovarono una fonte d’acqua scoprendo che fosse potabile. I giorni passarono e la fonte d’acqua diventò sempre più grande fino a diventare un ruscello, oltre a crescere l’ acqua diventò anche rossa come fosse sangue. Le persone che la bevevano si sentivano subito male e per questo motivo la tribù decise di chiudere per sempre il buco. Dopo un po’ di tempo la tribù morì a causa di mancanza d’acqua.

Quando Federico finì di raccontare la storia, i suoi amici rimasero scioccati.

Il giorno dopo i ragazzi si rincontrarono a casa di Luna e avevano ancora in mente la storia raccontatagli da Federico.

Dopo aver visto un film horror, Zefir si chiese se quel ruscello fosse ancora lì, dopo qualche discussione decisero di andare all’ avventura sulla Rocca.

Quando i ragazzi arrivarono sulla Rocca gli ritornò immediatamente in mente la storia raccontata da Federico.

apocalisse rossa disegno - Trevignano Romano Turismo

I ragazzi decisero di consultarsi, l’ argomento era cercare il ruscello e decidere se scavare o no.

Zefir disse : “Vi pare che esista una cosa del genere, avete paura di una leggenda?”. Quindi il gruppo si diresse verso il punto descritto da Federico.

Dopo aver trovato il punto, iniziarono a scavare, ad un certo punto Giovanni notò una cosa strana e rimase paralizzato.

Era l’ acqua rossa, lui incantato la toccò, sentì un brivido sul braccio ma rimase zitto.

Il giorno dopo i ragazzi decisero di incontrarsi in piazza, arrivarono tutti tranne Giovanni, i ragazzi insospettiti andarono a cercarlo a casa sua. Bussarono alla porta, ma era già aperta, Luna entro e gridò : “ Giovanni dove sei!? “ non rispose nessuno.

Si divisero in tutta la casa per cercarlo, Luna la sfortunata, lo andò a cercare nella sua camera, dopo un po’ sentirono Luna gridare, Federico e Zefir accorsero da lei.

Quando entrarono non videro nessuno, dopo poco sentirono dei rumori in soffitta, i due amici andarono a controllare, ma sfortunatamente videro Giovanni ormai trasformato che mordeva Luna per trasformarla.

Federico e Zefir corsero verso l’ uscita, e scapparono il più lontano possibile.

Passarono gli anni, i due erano in cerca di una cura per questa apocalisse, ma dopo svariati studi ed esperimenti, scoprirono che non c’era una cura, l’unica soluzione era uccidere il primo ad essere stato infettato, ovvero Giovanni.

I due si prepararono per l’ impresa con armi e risorse fondamentali.

Scesero nel paese ormai contaminato, alla ricerca del mostro, lo trovarono nella sua tana, ovvero la sua vecchia casa.

I due esitarono a sparare per qualche secondo, ma era l’ unico modo per salvare Trevignano, perciò Federico sparò un colpo in testa al mostro, pietrificandolo.

I due scoppiarono in lacrime, vedendo il corpo del loro amico cadere pian piano e spaccarsi in mille pezzi, come una vecchia parte della Rocca.

La fine di una lunga amicizia.

“L’apocalisse rossa”
è un racconto scritto da Seniru S., Federico M., Spartaco Z., Ilenia R., Filippo T.

per il Festival dei Racconti Brevi di Trevignano Romano Turismo

Altri Racconti dal festival da leggere

di Emily, Sebastiano, Matteo
di Ludovica, Anna, Sofia
di Anna P., Davide M., Alessandro S., Francisco N, Matteo C.
1° Posto classifica di gradimento dei ragazzi
di Seniru S., Federico M., Spartaco Z., Ilenia R., Filippo T.
di I. Samuele, P. Cristian, S. Seniru, S. Eva
di Valeria Milletti
di Lorenzo Avincola
4° Posto classifica di gradimento dei ragazzi
di D. Corrado, G. Gaia, R. Ilenia, S. Simone

Prossimi Eventi

22 Giugno 2024
23 Giugno 2024

Dal Magazine

Il Festival dei Racconti Brevi non è basato sulla competizione ma è dedicato alla promozione della cultura, della scrittura di narrativa e della poesia.
Senza nessuna limitazione.